Gruppo Africa Val di Scalve

Gruppo Africa Val di Scalve

KENYA

Su invito di Suor Olimpia Tagliaferri di Pezzolo (BG)delle Sacramentine di Bergamo nel 2004, alcuni volontari del Gruppo Africa Val di Scalve, si sono recati in Kenya, ad Oyugis, a 400 km da Nairobi, dove hanno costruito una scuola. L’edificio costruito dai volontari misura 14 metri per sette di profondità. Lo sviluppo sociale passa sempre attraverso la scolarizzazione dei giovani, a partire dai più piccoli. La scuola materna di Oyugis garantisce loro un buon pasto al giorno e alleggerisce la famiglia quasi sempre formata da molti bambini. Costruire e sostenere la scuola è un modo per evitare lo sbandamento dei minori, senza contare che è un ottimo servizio reso alla comunità. Nel corso degli anni il Gruppo decide di sostenere sempre di più l’operato delle suore Sacramentine e così le aiutano a delimitare un’area che hanno comprato nello slum di Giturai, alla periferia di Nairobi, dove intendono aprire una casa per bambine ed adolescenti della strada. Come in tutte le periferie delle grandi metropoli, c’è fame di terra, di ambienti, di affetto ed anche di pane. Per cui la cosa più urgente è quella di delimitare la proprietà, prima che una invasione la occupi abusivamente. I volontari realizzano la recinzione del terreno.

A Rongo, invece, ristrutturano un vecchio edificio della missione, costruiscono un salone parrocchiale multiuso, dove sono state ricavati due grandi ambienti: uno serve per gli incontri settimanali per la sensibilizzazione della popolazione nei riguardi dell’HIV, malattia che sta decimando la popolazione, soprattutto giovanile. Il secondo salone è per tutti gli usi. E’ stato inoltre sistemato il tetto della chiesa che lasciava entrare l’acqua… ed i piccioni. Inoltre le Suore avevano richiesto una “Combinata”, usata in falegnameria per fare porte ed infissi, due volontari, la utilizzeranno per preparare mobili ed arredamento; mentre le donne continuano nel cucire le divise della scuola materna che le Suore gestiscono.

Nel corso del 2010 i volontari del Gruppo Africa su invito del vescovo di Homa Bay da cui dipende la parrocchia di Rongo hanno iniziato a costruire il “Pastoral Centre” (il centro pastorale). Nasce anche il progetto delle scuole primarie che le suore Sacramentine intendono realizzare nel prossimo anno. Non sembra loro giusto infatti, abbandonare i bambini dopo tre anni di scuola materna. Ecco allora l’urgenza di costruire le aule per le classi successive. D’altronde, la scuola è fondamentale per il futuro dell’Africa che sarà luminoso, se gli Africani sapranno valorizzare se stessi, le proprie capacità e le proprie ricchezze. Ma questo processo non avviene spontaneamente. Occorre educare il popolo ed accompagnarlo nel rispetto dei loro valori e del loro senso religioso. La scuola, in questo senso, gioca una carta fondamentale.